GIOVANI E CATTIVI LAVORI

STATISTICHE CHIAVE


I CATTIVI LAVORI, PRECARI E INSODDISFACENTI, RENDONO GENOVA INOSPITALE PER LE PERSONE GIOVANI

Il dossier "Giovani e cattivi lavori: Genova città inospitale" offre un'analisi dettagliata sulle disuguaglianze giovanili e la precarietà lavorativa a Genova. Questo studio mette in luce le sfide affrontate dalle persone giovani nel contesto lavorativo della città.

Genova è una realtà caratterizzata da profonde disuguaglianze, con una situazione occupazionale che presenta numerose criticità, soprattutto per le persone giovani. Le statistiche mostrano che nel 2019 circa 34.000 persone giovani e giovani adulte, tra i 18 e i 39 anni, erano NEET o avevano scelto di abbandonare l'area metropolitana, evidenziando le difficoltà nel trovare opportunità di lavoro soddisfacenti nella
città.

Il settore del commercio e dei trasporti, che assorbe una parte significativa delle persone giovani lavoratrici, è spesso caratterizzato da bassi salari, carichi lavorativi pesanti e scarsa stabilità occupazionale, contribuendo alla precarietà lavorativa.

Le testimonianze dirette riportate nel dossier evidenziano le sfide e le difficoltà che le persone giovani affrontano sul luogo di lavoro, compresa l'insoddisfazione, la precarietà e varie forme di abusi.

In conclusione, la situazione occupazionale a Genova presenta una serie di criticità che incidono in modo significativo sulle persone giovani. È fondamentale adottare politiche locali volte a garantire opportunità di lavoro di qualità e a contrastare la precarietà lavorativa.

Genova che Osa si impegna a promuovere un'economia più equa e solidale, lavorando per ridurre la precarietà e offrire migliori opportunità di lavoro per tutte le persone giovani cittadine di Genova.

SCARICA IL DOSSIER

Registrati per scaricare gratuitamente dossier e pubblicazioni dal nostro sito.